Anfrage

Servicebar rechts Button Anfrage Richiesta

Offerte

Buchen

trend media

Vacanza estiva nelle Dolomiti Hotel vicino Santa Maddalena Val di Funes

„La prima mattina, proprio dopo aver fatto una squisita colazione, il padrone di casa Hans mi ha detto: “proprio la giornata giusta per mostrarvi le mie montagne” e già eravamo in cammino per vivere una giornata indimenticabile. La cosa più bella della giornata, tra il romantico silenzio degli alpeggi e una gustosa pausa nelle tradizionali baite, erano in verità la cortesia e la vicinanza delle persone che si percepiscono qui in Val di Funes in ogni chiacchierata o in un semplice saluto.“

„La prima mattina, proprio dopo aver fatto una squisita colazione, il padrone di casa Hans mi ha detto: “proprio la giornata giusta per mostrarvi le mie montagne” e già eravamo in cammino per vivere una giornata indimenticabile. La cosa più bella della giornata, tra il romantico silenzio degli alpeggi e una gustosa pausa nelle tradizionali baite, erano in verità la cortesia e la vicinanza delle persone che si percepiscono qui in Val di Funes in ogni chiacchierata o in un semplice saluto.“

Patrimonio mondiale Naturale Dolomiti il nostro speciale biglietto da visita

Il consiglio dell’Organizzazione Mondiale della Cultura Unesco ha dichiarato il 26 giugno 2009 Patrimonio mondiale le Dolomiti:

„Con ciò le Dolomiti, di cui una grande parte si trova nella nostra regione, hanno raggiunto il più alto riconoscimento mondiale per un sito naturale”, dichiarano il presidente della regione Luis Durnwalder e il consigliere provinciale Michl Laimer. Quest’ultimo era di persona a Siviglia per ricevere la decisione del Consiglio Mondiale dell’Unesco.

„Con il certificato „Patrimonio mondiale” si è riconosciuto alle Dolomiti uno straordinario biglietto da visita”, sottolinea Durnwalder dopo la decisione dell’Unesco. Per Laimer l’ammissione delle Dolomiti nella lista dei Patrimoni mondiali è “il coronamento della nostra politica di tutela paesaggistica”, la zona in Alto Adige riconosciuta dall’Unesco comprende quattro parchi naturali e il Rio delle Foglie, della cui tutela si è provveduto già da anni.

„Straordinaria bellezza monumentale”:

Laimer era andato fiducioso a Siviglia, perché la commissione tecnica dell’Unesco aveva valutato positivamente già alla vigilia la seconda domanda presentata dalle cinque provincie interessate.

„Adesso che c’è anche la decisione positiva dell’Unesco, proviamo sollievo e grande gioia”, racconta il consigliere provinciale, sottolineando come l’accettazione delle Dolomiti sia una singolarità anche all’interno dell’Unesco. “Non è stato determinante un aspetto singolo, com’è il caso di altre regioni con la presenza di fossili o vulcani. Il motivo per l’accettazione delle Dolomiti nella lista Unesco è la loro “singolare bellezza monumentale”, spiega Laimer.

„Trattare il Patrimonio mondiale con rispetto e responsabilità”

Sia il presidente della regione, sia il consigliere provinciale rimandano non solo all’effetto pubblicitario e al riconoscimento che deriva dal certificato “Patrimonio mondiale”, bensì anche all’”effetto interno”.

„Speriamo che questa conferma ufficiale del fatto che noi altoatesini viviamo in una regione unica al mondo faccia in modo che si tratti questo Patrimonio mondiale con rispetto e responsabilità, dichiara Laimer.

La domanda di Patrimonio mondiale per le Dolomiti comprende aree di cinque provincie. In Alto Adige ne fanno parte il Rio delle Foglie e i parchi naturali Puez-Odle, Sciliar-Catinaccio con il Latemar, Fanes, Senes e Braies e anche le Dolomiti di Sesto con le Tre Cime.

Il consiglio dell’Organizzazione Mondiale della Cultura Unesco ha dichiarato il 26 giugno 2009 Patrimonio mondiale le Dolomiti:

„Con ciò le Dolomiti, di cui una grande parte si trova nella nostra regione, hanno raggiunto il più alto riconoscimento mondiale per un sito naturale”, dichiarano il presidente della regione Luis Durnwalder e il consigliere provinciale Michl Laimer. Quest’ultimo era di persona a Siviglia per ricevere la decisione del Consiglio Mondiale dell’Unesco.

„Con il certificato „Patrimonio mondiale” si è riconosciuto alle Dolomiti uno straordinario biglietto da visita”, sottolinea Durnwalder dopo la decisione dell’Unesco. Per Laimer l’ammissione delle Dolomiti nella lista dei Patrimoni mondiali è “il coronamento della nostra politica di tutela paesaggistica”, la zona in Alto Adige riconosciuta dall’Unesco comprende quattro parchi naturali e il Rio delle Foglie, della cui tutela si è provveduto già da anni.

„Straordinaria bellezza monumentale”:

Laimer era andato fiducioso a Siviglia, perché la commissione tecnica dell’Unesco aveva valutato positivamente già alla vigilia la seconda domanda presentata dalle cinque provincie interessate.

„Adesso che c’è anche la decisione positiva dell’Unesco, proviamo sollievo e grande gioia”, racconta il consigliere provinciale, sottolineando come l’accettazione delle Dolomiti sia una singolarità anche all’interno dell’Unesco. “Non è stato determinante un aspetto singolo, com’è il caso di altre regioni con la presenza di fossili o vulcani. Il motivo per l’accettazione delle Dolomiti nella lista Unesco è la loro “singolare bellezza monumentale”, spiega Laimer.

„Trattare il Patrimonio mondiale con rispetto e responsabilità”

Sia il presidente della regione, sia il consigliere provinciale rimandano non solo all’effetto pubblicitario e al riconoscimento che deriva dal certificato “Patrimonio mondiale”, bensì anche all’”effetto interno”.

„Speriamo che questa conferma ufficiale del fatto che noi altoatesini viviamo in una regione unica al mondo faccia in modo che si tratti questo Patrimonio mondiale con rispetto e responsabilità, dichiara Laimer.

La domanda di Patrimonio mondiale per le Dolomiti comprende aree di cinque provincie. In Alto Adige ne fanno parte il Rio delle Foglie e i parchi naturali Puez-Odle, Sciliar-Catinaccio con il Latemar, Fanes, Senes e Braies e anche le Dolomiti di Sesto con le Tre Cime.

E-bike & Mountain bike in Alto Adige in giro su due ruote

La mountain bike è di moda in Alto Adige e porta allo stesso modo giovani e meno giovani nella natura. Il divertimento dell’esercizio fisico, l’espressione di uno stile di vita attivo e il vivere la natura sono solo alcuni dei motivi dell’attuale successo della mountain bike.

E lo stesso se da soli o in gruppo: la varietà del paesaggio della valle dolomitica di Funes è lo scenario ideale per indimenticabili gite in bicicletta. Ripidi percorsi, grandi dislivelli o rilassanti piste ciclabili: su una rete di percorsi di oltre 140 km troverete anche voi il vostro itinerario ideale!

 E-bike & Mountain bike in Alto Adige: in giro su due ruote

E-bike & Mountain bike in Alto Adige in giro su due ruote

La mountain bike è di moda in Alto Adige e porta allo stesso modo giovani e meno giovani nella natura. Il divertimento dell’esercizio fisico, l’espressione di uno stile di vita attivo e il vivere la natura sono solo alcuni dei motivi dell’attuale successo della mountain bike.

E lo stesso se da soli o in gruppo: la varietà del paesaggio della valle dolomitica di Funes è lo scenario ideale per indimenticabili gite in bicicletta. Ripidi percorsi, grandi dislivelli o rilassanti piste ciclabili: su una rete di percorsi di oltre 140 km troverete anche voi il vostro itinerario ideale!

 E-bike & Mountain bike in Alto Adige: in giro su due ruote
Esclusivo per i nostri ospiti: il nostro noleggio di e-bike

Esclusivo per i nostri ospiti il nostro noleggio di e-bike

Adesso potete esplorare la Val di Funes anche con una e-bike. Tutti i ciclisti che vogliono comodamente pedalare attraverso il paesaggio e che vogliono superare le salite senza troppa fatica devono assolutamente provare il nuovo trend. Con la e-bike potete scoprire il mondo alpino delle Odle della Val di Funes senza fatica, senza gas di scarico, rispettando l’ambiente e con la garanzia di non avere poi dolori alle gambe. Inoltre guide qualificate di mountain bike offrono uscite in e-bike in tutto l’Alto Adige.
Per ulteriori informazioni: prospetto vacanza e-bike in Val di Funes

Esclusivo per i nostri ospiti il nostro noleggio di e-bike

Adesso potete esplorare la Val di Funes anche con una e-bike. Tutti i ciclisti che vogliono comodamente pedalare attraverso il paesaggio e che vogliono superare le salite senza troppa fatica devono assolutamente provare il nuovo trend. Con la e-bike potete scoprire il mondo alpino delle Odle della Val di Funes senza fatica, senza gas di scarico, rispettando l’ambiente e con la garanzia di non avere poi dolori alle gambe. Inoltre guide qualificate di mountain bike offrono uscite in e-bike in tutto l’Alto Adige.
Per ulteriori informazioni: prospetto vacanza e-bike in Val di Funes

Esclusivo per i nostri ospiti: il nostro noleggio di e-bike

Altre attività & Cose da vedere nella vostra vacanza nelle Dolomiti

Nella valle natia di Reinhold Messner non ci si annoia mai – e questo grazie a molte attività che invitano anche, durante la vostra vacanza nelle Dolomiti, a sperimentare qualcosa di nuovo.

Parco avventura: adrenalina a Funes

 

Parco avventura: adrenalina a FunesIn uno straordinario paesaggio nel cuore del Patrimonio naturale dell’Umanità Unesco e ai piedi del Gruppo delle Odle in Val di Funes si trova, a soli 50 m dal parcheggio Ranui e direttamente nel bosco, il nostro parco avventura. Il parco è un’ideale meta di gite per tutta la famiglia.

Ulteriori informazioni.

 

 

Centro visite Puez-Odle a Funes nel cuore del Parco Naturale Puez-Odle

Centro visite Puez-Odle a Funes nel cuore del Parco Naturale Puez-Odle

Dal 2009 il Centro visite a Santa Maddalena in Val di Funes offre avvincenti mostre e informazioni riguardanti il Parco Naturale Puez-Odle e i suoi suggestivi gruppi montuosi, come il Gruppo delle Odle o il Sass de Putia. Assolutamente da non perdere per tutti quelli che vogliono saperne di più sulle particolarità geologiche del parco naturale.

Ulteriori informazioni.

Le sfere di Tiso nel Museo mineralogico a Tiso

Le sfere di Tiso nel Museo mineralogico a Tiso

Andate alla ricerca di un tesoro: il Museo mineralogico a Tiso si trova nell’omonimo paesino di montagna e custodisce la collezione di minerali della guida alpina Paul Fischnaller. Appartengono ai minerali più importanti le cosiddette sfere di Tiso, che hanno un diametro che raggiunge i 20 cm e che nascondono nelle loro cavità fino a sette minerali differenti.

Consiglio: un high light per i bambini sono le escursioni guidate, nelle quali possono cercare di persona le sfere di Tiso.

Ulteriori informazioni.

 

A cavallo: escursioni a cavallo a Funes

Una gita a cavallo al cospetto dell’idilliaco scenario della Val di Funes appartiene in ogni stagione alle esperienze più belle da fare durante una vacanza nelle Dolomiti.
Galoppate su verdi prati o attraverso paesaggi innevati – lo sfondo è sempre lo stesso: l’imponente Gruppo delle Odle.

Per informazioni e prenotazioni contattate il Maso Rieferhof per escursioni ed equitazione.

 

Arrampicare a Funes

Arrampicare a Funes
Nelle numerose palestre di roccia della Valle Isarco gli appassionati d’arrampicata resteranno molto soddisfatti: ai piedi del Sass de Putia c’è la palestra di roccia “Passo delle Erbe”, le cui imponenti rocce armonizzano perfettamente con la natura circostante. Lungo il sentiero Adolf Munkel trovate inoltre la palestra di roccia “Zanser Alm”, che presenta in tutto 50 vie di ogni grado di difficoltà. E se dovesse piovere? Allora al Centro d’arrampicata Vertikale a Bressanone c’è una palestra al coperto con numerose pareti e vie.

Informarsi ora
e senza obbligo

Subscribe To Our Newsletter

Join our mailing list to receive the latest news and updates from our team.

bildergalerie holidaycheck tripadvisor wetter Facebook
galleria tripadvisor meteo Facebook
gallery tripadvisor weather Facebook
bildergalerie holidaycheck tripadvisor roter-hahn wetter

You have Successfully Subscribed!

Footer – Anfragebox on scroll